Musetti continua a sognare al Foro Italico, Fognini ko

#ReadyToPlay

18 Settembre 2020 ITALPRESS 0
Musetti continua a sognare al Foro Italico, Fognini ko

Non si interrompe la favola di Lorenzo Musetti agli Internazionali d’Italia di tennis. Dopo aver vinto tre match di qualificazione e aver eliminato Stan Wawrinka al debutto nel main draw, il 18enne toscano ha battuto 6-2 6-4 un altro ex top 5, il giapponese Kei Nishikori. Prestazione di alto livello per il giovane azzurro, numero 249 del ranking mondiale, ma già certo di entrare nella top 200 grazie ai risultati ottenuti a Roma. “Sono felicissimo – ha ammesso Musetti, che domani tornerà in campo negli ottavi di finale – Sono orgoglioso di me stesso, dovevo confermare la vittoria con Wawrinka e Nishikori è un avversario completamente opposto, perché non regala nulla e risponde benissimo. Devo dire che sono stato freddo e molto lucido, ho servito alla grande. Devo ringraziare chi non ha pagato le bollette – ha scherzato il giovane toscano commentando il blackout delle luci che ha bloccato il match per qualche minuto sul 4-4 del secondo set – perché mi ha fatto fare il break, visto che lui si è un po’ confuso e con qualche errore di dritto mi ha concesso quel game”.

Domani Musetti tornerà in campo per sfidare il tedesco Dominik Koepfer, numero 97 del ranking mondiale, che ha sconfitto 6-2 6-4 a sorpresa Gael Monfils, quinto favorito del torneo del Foro Italico. “Per me sarà la sesta partita di fila qui a Roma, ma fisicamente mi sento bene e non vedo l’ora di giocare”, ha spiegato il toscano, che ha salvato il bilancio negativo della giornata azzurra. Nel pomeriggio, infatti, hanno alzato bandiera bianca Lorenzo Sonego, battuto 6-3 6-4 dal solido norvegese Casper Ruud, che peraltro lo precede di 13 posti nel ranking Atp, e soprattutto Fabio Fognini. Il ligure, numero 13 mondiale e settima testa di serie degli Internazionali, ha giocato una brutta partita e ha perso 7-5 7-6(4) contro il francese Humbert, numero 42 Atp. Che Fognini non fosse in forma era noto, dopo il lungo stop per la pandemia e l’operazione a entrambe le caviglie. Ma la sconfitta sul Centrale del Foro Italico ha lasciato l’amaro in bocca, viste le tante occasioni sprecate dall’azzurro contro un avversario decisamente alla portata anche del peggior Fognini.

Per due volte avanti di un break nel primo set (2-1 e 3-2), Fognini ha subito permesso a Humbert di rientrare in partita per poi giocare un pessimo dodicesimo game perdendo per la terza volta il servizio e anche il parziale. Andamento inverso nel secondo set: sotto 3-1 e poi 5-3, Fognini ha agguantato il tie-break in cui però ha commesso troppi errori per sperare di portare il match al terzo. “Sono comunque contento di come ho giocato nonostante la sconfitta”, ha spiegato il ligure, rientrato in campo per la prima volta la scorsa settimana in Austria dove aveva raccolto appena tre game contro il semisconosciuto Huesler. “Ho fatto un grande passo avanti e questo oggi era l’obiettivo. Un set lo meritavo – ha osservato l’azzurro, autore di ben 51 errori gratuiti in due ore di partita – ma non ce l’ho fatta perché mi è mancata l’abitudine a giocare determinati punti in certi momenti, tuttavia non sono deluso. Sono contento al 99%, spiace solo per la sconfitta ma la riabilitazione è stata lunga: soffrivo e soffro ancora a giocare, è un percorso che bisogna affrontare e andarci di petto, come ho fatto io. Ora vado ad Amburgo, poi Parigi e in seguito tirerò le somme, parlerò con Barazzutti e vedremo se finire subito il 2020 o provare a giocare sul veloce“.

Nelle altre partite della giornata, vittorie e qualificazione agli ottavi per l’argentino Schwartzman e il canadese Shapovalov, mentre Raonic è stato sconfitto 7-6(3) 4-6 6-2 dal serbo Lajovic. Fuori a sorpresa anche il russo Rublev, protagonista agli Us Open, battuto 7-6(6) 3-6 6-2 dal polacco Hurkacz. Nel torneo femminile avanzano agli ottavi Konta e Muguruza, fuori invece la croata Martic, battuta 6-3 6-7(2) 6-4 dalla kazaka Putintseva. In serata, poi, sono arrivati due risultati pesanti: Victoria Azarenka, in grande forma dopo la vittoria nel torneo di Cincinnati e la finale degli Us Open, ha umiliato con un doppio 6-0 l’americana Sofia Kenin, numero 5 e terza favorita al Foro Italico, mentre la slovena Polona Hercog ha sconfitto 6-4 6-4 la testa di serie numero 5 Kiki Bertens.